Stefano Denna

BLOG
Il Gioco delle Tre Carte
Stefano Denna
02/05/2017
Categoria: Leadership

Ancora troppo spesso capita di imbattersi in persone che vogliono truffarci, che vogliono approfittarsi della nostra buona fede per raggiungere i loro scopi.

Ti è mai capitato di vedere in qualche marciapiede in città o fuori dalle stazioni di ristoro in autostrada, persone impegnate nel classico gioco delle 3 carte? Apparentemente c'è una sorta di croupier che raccoglie puntate in denaro sulle 3 carte che abilmente manipola davanti a sé. In alcuni casi le carte sono sostituite da delle piccole campanelle con sotto una pallina.

Osservando superficialmente sembra che ci sia la persona che gira le carte e dei giocatori che puntano il loro denaro. C'è chi vince e c'è chi perde e da fuori qualcuno osserva e poco per volta si fa coinvolgere dal gioco.

Dopo pochi minuti il malcapitato viene incastrato nella speranza di vincere facilmente dei soldi. Dapprima vince con un paio di mani fortunate e successivamente perde in un solo colpo tutti i contanti che ha con sé. Frustrato e deluso si allontana pensando che la cattiva sorte si è accanita nuovamente contro di lui.

Che cosa è successo in realtà? Non era un vero gioco ma una trappola costruita con maestria da un gruppo di persone d'accordo fra di loro. Quando il malcapitato è comparso sulla scena ha visto un mazziere e dei giocatori. In realtà erano tutti protagonisti di una recita che aveva lo scopo di prendersi più soldi possibili dal malcapitato per poi dividerseli.il Gioco delle Tre Carte

Questa attività è il lavoro con cui sbarcano il lunario quel gruppo di persone.

Da sempre esistono persone che cercano di raggiungere i propri scopi attraverso altre persone. Chi attraverso metodi leciti e con intenti nobili e chi invece cerca semplicemente di barare, di truffare il prossimo per trarne profitto.

In un mondo ideale non dovrebbero esistere persone che si approfittano in malafede di altre. Ma il mondo in cui stiamo vivendo non è un mondo ideale. E' un mondo in cui c'è chi vince e c'è chi perde.

Se a te interessa solo vincere e speri di trovare qualcosa di utile in questo articolo per approfittarti di qualcuno puoi guadagnare tempo smettendo di leggere. Lo stesso vale se sei abituato a perdere e ti aspetti che ti segnali i colpevoli per poter scaricare su di loro la tua frustrazione, la tua rabbia e toglierti di dosso qualsiasi responsabilità.

Molte persone oggi pensano di essere libere di decidere della loro vita quando in realtà sono vittime di un gioco simile a quello delle tre carte....senza che se ne rendano nemmeno conto.

La società in cui viviamo è fatta di mille ingiustizie e imperfezioni.

Ti faccio un esempio semplice: tutti paghiamo tasse che ci vengono prelevate attraverso ogni attività e acquisto che facciamo. C'è chi paga regolarmente Inps, Tari, Irpef e altre gabelle, chi le evade e chi riesce ad eluderne una parte. In ogni caso, tutti noi quando acquistiamo un qualsiasi oggetto o usufruiamo di un servizio in Italia, parte di ciò che paghiamo rappresenta una tassa che viene incamerata dallo stato.

Le tasse nascono come forma di pagamento volontario all'Amministrazione di Stato che dovrebbe poi erogare dei servizi con quel denaro: Istruzione, Medicina, Strade... solo per fare qualche esempio.

Invece dopo aver pagato le tasse per avere dei servizi di qualità siamo costretti a pagare nuovamente trasporti, pedaggi autostradali, ticket vari, libri e analisi mediche specialistiche svolte in tempi brevi.

Davanti a questa ingiustizia sotto gli occhi di tutti come si comportano la maggior parte delle persone?

Si lamentano e protestano nei confronti dei politici che governano.

Quali sono le considerazioni fatte dall'italiano medio insoddisfatto?

"Bisogna smettere di votare X, se vogliamo cambiare dobbiamo votare Y!"

"Oppure se arriva Y sarà peggio, con X è ancora il male minore!"

Che X sia rimasto al governo o che successivamente ci sia andato Y o addirittura Z il risultato non è mai migliorato.

Hai mai usufruito in seguito all'elezione di un nuovo governo di maggiori servizi di qualità o perlomeno è stata mai abbassata la pressione fiscale come promesso in campagna elettorale?

Prova a pensarci. Sia che ti occupi di X, di Y o di Z sei dentro ad un gioco non diverso da quello delle 3 carte fatto sotto i portici della tua città. E come il malcapitato che ha sbagliato a scegliere la carta ti allontani e continui a lavorare arrabbiato, deluso e con sempre meno energie.

L'esempio che ti ho fatto non ha lo scopo di creare un dibattito specifico in cui ognuno poi dice la sua con scarse o elevate conoscenze e nemmeno quello di spiegarti dove sia il complotto ordito dall'élite.

Il senso è che se non sei tu a decidere prima la direzione, se non sei tu a stabilire il mezzo e non ti assumi la responsabilità di raggiungere la destinazione ci sarà qualcun altro a farlo al tuo posto.

E' vero che in un sistema giusto e ideale, con le persone al centro di tutto, non si dovrebbe giocare al gioco delle 3 carte con gli individui.

Ma ti ricordo che non siamo in un sistema giusto. Siamo in un sistema che vuole solo continuare ad alimentare se stesso, com'è sempre stato dai tempi dei tempi.

Quindi in poche parole se non vuoi essere truffato non ti devi concentrare su nessuna delle 3 carte che ti vengono presentate. I prestigiatori e gli illusionisti fanno in modo che tu metta l'attenzione su qualcosa in particolare, mentre da qualche altra parte, dove tu non stai guardando, avviene qualcos'altro che successivamente appare come una magia.

Quindi tu vuoi continuare a giocare al gioco delle 3 carte assumendoti la responsabilità delle conseguenze o vuoi essere tu a scegliere a cosa giocare?

Essere Leader è anche questo. Scegliere la propria direzione, i propri obiettivi. Assumersi la Responsabilità di realizzare il mondo che desideriamo anziché aspettare che qualcuno lo faccia al nostro posto.

Quindi dedicare risorse a migliorare la tua Leadership personale significa assumerti la responsabilità della tua vita, non decidendo per chi votare ma incominciando da te.

Se vuoi che i risultati nella tua vita aumentino è fondamentale che il primo a crescere sia tu. Come persona, come imprenditore di te stesso, come genitore o compagno di vita.

Come pensi di poter far aumentare il tuo conto in banca? In che modo pensi di aiutare i tuoi figli? Come pensi di fare per essere più felice? Come pensi di creare relazioni sane e di mantenerle? In che modo puoi sentirti meno stressato nel mondo in cui vivi? Come pensi di avere più tempo libero?

Inizia a smettere di dirti: non dipende da me – non posso farcela – ci dovrebbe pensare qualcun altro – io faccio del mio meglio però.... e invece comincia semplicemente a rispondere a queste domande,

Se hai risposto a tutte queste domande mi congratulo con te perchè questo potrebbe essere il tuo primo passo verso il miglioramento della tua Leadership Personale. Leadership Personale

Bravo per aver letto fino alla fine questo articolo senza esserti innervosito, trovato scuse e senza avere risposto in maniera polemica o aggressiva.

Non so ci conosciamo già o se avremo il piacere di vederci in futuro ma di una cosa sono certo. Se sei arrivato a leggere fino a questo punto significa che stai cercando una maniera diversa di affrontare la quotidianità e come si dice... chi cerca trova!

Prenditi qualche attimo solo per te e immagina il tuo mondo ideale.

Cosa vedi? Come si comportano le persone? Cosa dicono? In che cosa sono impegnate? Che energia si respira? Come ti fa sentire far parte di quel mondo?

Continua semplicemente a rimanere immerso in questi pensieri, nelle immagini e nelle sensazioni che hai creato.

Immagina che per realizzare quella visione tutto dipenda solo da te.

Quali caratteristiche possiedi che ti permetteranno di realizzarti ed essere felice?

Cosa invece puoi migliorare e imparare per permetterti di ottenere il successo che meriti?

Adesso concediti qualche istante per immaginare quali possono essere le conseguenze positive della tua crescita, della tua evoluzione.

Cosa potresti ottenere? Chi avrebbe benefici da tutto questo?

Adesso scegli in che modo fare il primo passo e agisci il prima possibile!

Agisci e poi avrai il tempo per migliorarti, per correggere gli errori e cambiare strategia. Potrai scegliere i compagni di viaggio e i corsi più utili a sviluppare il tuo potenziale.

Adesso decidi solo di fare il primo passo.

Find the Leader in You!

Un abbraccio e un sorriso! 

Stefano Denna

Direttore e Trainer Roberto Re Leadership School Emilia Romagna

Autore del Best Seller Mondadori "Genitori Coach"


comments powered by Disqus